Fotoritocco e principi etici nel fotogiornalismo

0

Sul blog ufficiale della Reuters, in seguito ad uno spiacevole episodio verificatosi alcuni giorni fa (un fotografo freelance di origine libanese si presume abbia inviato all’agenzia due immagini manipolate), è stato pubblicato l’altro ieri un articolo riguardante alcuni principi etici circa l’uso del fotoritocco nel giornalismo.

Da quando si fotografa in digitale, come regola generale, nel fotogiornalismo è valido questo principio: “Con il software di fotoritocco è possibile effettuare tutte le modifiche che, al tempo della fotografia analogica, erano ammesse in camera oscura durante la fase di stampa: aumentare o diminuire il contrasto (utilizzando fogli di carta di gradazione diversa), scurire o schiarire alcune parti delle immagini e riempire eventuali punti bianchi formatosi per la presenza di polvere sulla pellicola. Per quanto riguarda la fotografia a colori, era accetta anche la prassi di correggere, in fase di stampa, la temperatura colore registrata sul negativo.”

The rules are – no additions or deletions, no misleading the viewer by manipulation of the tonal and colour balance to disguise elements of an image or to change the context.

I link:
News photography and Photoshop (i principi etici)

The Good, the Bad, & the Ugly (le immagini manipolate)

About Author

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: