Il triangolo dell’esposizione semplificato

0

Iso – Tempi – Apertura diaframmi

Il triangolo dell’esposizione è una metafora creata a scopo didattico per spiegare la stretta relazione che in fotografia lega ISO, tempi e apertura diaframmi.

L’approccio utilizzato in questa pagina è semplificato. Per chi volesse approfondire l’argomento qui trattato, è possibile leggere anche il post: “Il triangolo dell’esposizione” che è molto più dettagliato e completo.

La metafora del triangolo dell’esposizione ha lo scopo di enfatizzare l’importanza del legame tra le tre variabili nominate poche righe più sopra. Data infatti una predeterminata quantità di luce, il fotografo può scegliere la combinazione ISO – tempi – diaframmi che più si adatta all’idea di fotografia che vuole realizzare. Tuttavia, c’è un limite: non è possibile modificare le variabili in modo casuale, ma occorre tenere in considerazione il legame che esiste tra loro. A parità di luce, se modifico il valore di una delle tre variabili, dovrò modificare anche quello di una delle altre due, in modo da mantenere la corretta esposizione.

triangolo esposizione

Per esempio, se l’esposimetro indica che a 400 ISO l’esposizione corretta si ottiene a 1/500 di secondo e ad una apertura di f/5,6, voi potete decidere di modificare i tempi da 1/500 ad 1/1000, ma siete costretti a modificare anche una seconda variabile a vostra scelta tra gli ISO e i diaframmi. Per evitare di ottenere una fotografia sottoesposta, dove scegliere se aumentare la sensibilità a 800 ISO oppure aprire il diaframma a f/2,8.

About Author

Comments are closed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: