Un software di fotoritocco completo installato su una Pen Drive

0

Gimp Qualche giorno fa ho scritto un messaggio relativo alla convenienza di installare su una pen drive uno di quei pacchetti Open Source di software “portatili”.

GIMP è un acronimo e sta per GNU Image Manipulation Program. E’ un software di fotoritocco che viene distribuito gratuitamente e funziona su diversi sistemi operativi ed in diverse lingue, italiano compreso.

La versione portatile (in inglese si scrive “portable”) può essere installata e avviata da una chiavetta USB (o qualsiasi altro hard-disk portatile), quindi è in grado di partire da qualsiasi PC con sistema operativo Windows.

Ho notato, che tra i miei amici e parenti, quelli che acquistano una macchina fotografica digitale, installano sempre il software presente sul CD che viene venduto a corredo della fotocamera e sul loro PC utilizzano solo quello. Il problema è che di questi software ce ne sono centinaia, hanno funzioni e comandi diversi tra loro, spesso si limitano al controllo della luminosità e del contrasto e di sicuro non sono in grado di leggere i file RAW delle mie macchine fotografiche.

Spesso mi chiedono di fare delle operazioni sui loro computer, quando gli dico che non conosco quei software, rimangono delusi e mi guardano con gli occhi stralunati…

Esiste un plug in per GIMP, che si chiama Ufraw e consente di leggere i file RAW di numerose fotocamere digitali e convertirli in JPG.

Utilizzare come portachiavi una pen drive su cui è presente GIMP, con il plug in di cui ho appena parlato rappresenta un gran bel vantaggio:

1) non devo installare il software sul computer che mi ospita, ma è sufficiente inserire il mio “portachiavi” in una porta usb ed avviare il software di fotoritocco;

2) il programma è impostato secondo le mie preferenze personali.

A questo punto vi chiederete come si fa per avere tutto questo e quanto vi può costare. Il costo: una chiavetta usb da 10 Euro, punto.

Ora parliamo dell’installazione sulla chiavetta. E’ difficile? Certo che no!

Il mio suggerimento è quello di non installare GIMP da solo, ma quello di scaricare i pacchetti di software già disponibili in rete, come WinPenPack o PortableApps. Perché? contengono anche altri software di uso comune che tutti usano: il browser per navigare in Internet, il word processor e gli altri applicativi della serie OpenOffice, un client di posta elettronica… Tutto su una sola pen drive ed a costo zero!

Se volete installare solo GIMP, invece potete partire da qui.

About Author

Comments are closed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: