Fotografia analogica e digitale: il chimico e l’informatico

2

Così come non è mai stato necessario essere un ingegnere chimico per stampare una fotografia in camera oscura, ma è sempre stato sufficiente attenersi alle istruzioni dei fabbricanti di pellicole e prodotti per lo sviluppo ed il fissaggio; allo stesso modo non occorre essere un esperto di informatica per sfruttare tutte le possibilità offerte dalla tecnologia digitale per la fotografia.

Andreas Feininger, famoso fotografo, scriveva nel 1954, nel suo “Il libro della fotografia”:

[…] , la tecnica fotografica è diventata così semplice che chiunque abbia un po’ di tempo per leggere le istruzioni allegate ai vari prodotti è anche in grado di ottenere “fotografie tecnicamente perfette”.

Erano gli anni ’50! Così è stato, fino alla rivoluzione della fotografia digitale che è avvenuta all’inizio del secondo millenio.

Lavorando in digitale è più difficile ottenere fotografie tecnicamente perfette?

No, basta conoscere le basi della fotografia, che rispetto al passato non sono cambiate, e saper accendere un computer…

Se prima era necessario leggere le istruzioni relative all’uso di prodotti chimici, ora con la fotografia digitale, tutto quello che occorre è saper accendere il computer, saper utilizzare i principali comandi per creare e cancellare file e cartelle, e predere confidenza con l’interfaccia del software di fotoritocco.

Per fare tutto questo, non è necessario essere esperti di informatica, così come non è mai stato un requisito, per stampare in camera oscura, avere una laurea in chimica!

Argomenti correlati: fotografia analogica

About Author

2 commenti

  1. andrea maltese on

    Sostengo che la flessibilità della fotografia analogica è insostituibile!
    La qualità è superiore!
    Bisogna distinguere: se si fanno foto ricordo va bene tutto, se si vogliono fare delle BELLE foto, solo analogico.

    ANALOGIK

  2. Gentilissimo..
    Una curiosità che mi assilla da tempo…
    Non sono un fotografo pertanto pongo una domanda forse priva di senso, ovvia per molti..

    Cosa si vede se sovrappongo un negativo ad un positivo nello sviluppo tradizionale?
    Cosa si annulla..cosa si vede ?

    Grazie

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: